Kategorien
Windows

Qui potrai anche controllare diverse altre impostazioni di protezione da virus e minacce come la protezione fornita dal cloud, l’invio automatico di informazioni sui malware, la protezione anti-manomissione e molto altro. Puoi abilitare o disabilitare queste funzioni in base alle tue esigenze. Trascorsi i 10 giorni (non so perché li hanno ridotti a 10, con le versioni precedenti erano 30) il backup viene automaticamente cancellato, recuperando spazio sul disco, e non è più possibile ripristinare il windows precedente, se non reinstallandolo daccapo. Se ciò non avviene e il PC si avvia in automatico caricando il sistema operativo potrebbe essere necessario cambiare l’ordine di avvio all’interno delle impostazioni del BIOS. Ogni notebook o PC ha la sua procedura, online trovate tutte le indicazioni necessarie. Nel caso dei notebook Asus come il nostro occorre spegnere il PC e riaccenderlo tenendo premuto il tasto F2.

  • Per fargli capire qual è esattamente il tuo problema, hai deciso di creare una registrazione di quel che accade sul desktop, ma vorresti evitare di fare ciò installando software vari.
  • Defender funziona piuttosto bene quando si tratta di mantenere il computer al sicuro da virus e varie minacce alla sicurezza, anche se non mancano le situazioni che potrebbero chiederci di disattivarlo.
  • Questo ripristino ti permette di salvare tutti i tuoi file, ma fa pulizia di moltissimi elementi che gravano sulle prestazioni finali della macchina.
  • Il comando CHKDSK viene utilizzato per eseguire la scansione dell’intero disco rigido per trovare e correggere eventuali errori.

In alternativa esiste un altro percorso, leggermente più lungo, che richiede di aprire le impostazioni cliccando sull’icona della ruota dentata sul menu di avvio e selezionare “Sistema“. Si aprirà la voce „Display“, dove sarete in grado di ruotare lo schermo. Se vuoi filmare lo schermo del tuo computer con strumenti di terze parti, ti suggerisco innanzitutto di rivolgerti a Open Broadcaster Software, altrimenti noto semplicemente come OBS. Si tratta di un programma totalmente gratuito e open source che può essere utilizzato su Windows, macOS e Linux. Grazie ad esso non solo è possibile registrare quello che accade sullo schermo del computer, ma anche trasmettere il tutto in diretta streaming (es. su Twitch) e creare registrazioni combinate tra desktop e webcam. A download ultimato, apri il file .exe che hai ottenuto, fai clic sul pulsante Esegui nella finestra che vedi comparire sul desktop ed è fatta. A questo punto, recati nuovamente sulla pagina di Screencast-O-Matic e premi sul pulsante Launch Free Recorder per rendere visibili gli strumenti tramite cui poter avviare una nuova registrazione dello schermo del PC dal browser.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, richiama la Xbox Game Bar usando la combinazione di tasti Win+G sulla tastiera. In alternativa, fai clic sul pulsante Start sulla barra delle applicazioni, digita “xbox” nel campo di ricerca annesso al menu che si apre e seleziona il risultato relativo a Xbox Game Bar. Come utilizzare CHKDSK per riparare gli errori del disco rigido su Windows 10/8/7? Semplice, utilizzare uno dei software che vi consigliamo di seguito. Per richiamare l’applicazione così da potertene servire, apri il Launchpad selezionando la relativa icona che trovi sulla barra Dock, accedi alla cartella Altro e fai clic sull’icona dell’applicazione (quella con la macchina fotografica all’interno del quadrato aperto sui lati). Se prediligi l’uso delle scorciatoie da tastiera pagina web, puoi richiamare l’applicazione anche usando la combinazione command+shift+5.

Bug In Windows AppX Installer: Patch Di Microsoft

Il Superfetch di Windows funziona esattamente come il servizio di previsione di Chrome, ossia cerca di capire quali file prelevare prima esaminando il vostro comportamento. Spesso è stato additato come il responsabile dell’eccessivo sforzo dell’hard disk. In teoria, nelle nuover versione di Microsoft, il superfetch non dovrebbe più esistere. Una volta completata la procedura di verifica, sarà necessario utilizzare il computer al fine di verificare se il disco continua ad essere occupato o meno. Stabilita l’applicazione che causa problemi, si può valutarne la disinstallazione o comunque, nel caso dei processi attivi in background, la disattivazione dalla scheda Avvio del Task Manager. Dalla scheda Dettagli del Task Manager, consigliamo comunque di cliccare con il tasto destro sul file che sta occupando la CPU in maniera ragguardevole quindi scegliere Apri percorso file.

Altra operazione preliminare da fare assolutamente se vogliamo riportare il computer alle condizioni iniziali, è quella di eseguire il backup di tutti i file, musica, foto, video e impostazioni. Un’installazione pulita cancella completamente il disco rigido e ripristina il computer alla configurazione di fabbrica. In seguito, clicca sul nome oppure sulla lettera di unità della chiavetta sulla quale scaricare Windows 10 e premi il pulsante Avanti, in modo da avviare il download di Windows 10 e la successiva creazione del supporto d’installazione. Finita l’installazione sulla pen drive, ci basterà riavviare il PC per avviare il software. Se non dovesse avviarsi in automatico, dovrai cambiare dal bios le unità fisiche che si avvieranno per prima.

Domande Frequenti Sul Registratore Dello Schermo Online

In questo modo, Windows 10 aprirà una finestra di Esplora file che consentirà, anche sulla base del percorso in cui il file è memorizzato, di riconoscerne l’identità. Qui seleziona “Opzioni risparmio energia” dalle impostazioni disponibili nella schermata successiva. Scarica gli aggiornamenti ma consenti di scegliere se installarli– Con questa opzione, Windows scarica automaticamente tutti gli aggiornamenti importanti ma non li installa se non è l’utente ad avviare l’operazione. 33) Con un’unica operazione è poi possibile scollegare le piastrelle dal menu Start di Windows 10 in modo da ottenere un menu compatto e in stile Windows 7. 31) Mostrare l’icona Questo PC sul desktop e il suo contenuto non appena si preme la combinazione di tasti Windows+E .

Due regolazioni applicabili dalla scheda Visualizza di Esplora file che possono ora essere applicate in automatico. Nelle precedenti versioni di Windows permetteva di accedere al menu di ripristino del sistema operativo. Usando come base il fantastico script „Win10-Initial-Setup-Script“ disponibile su GitHub e continuamente aggiornato dal suo autore, abbiamo provveduto ad adattarlo e ad aggiungere qualche nuova funzionalità così da personalizzare Windows 10 e adattarlo alle proprie necessità. Per il terzo metodo, nel caso non avessi ancora risolto il problema con i precedenti passaggi, sfrutterai l’Editor di gruppo locali. In questo modo, alla fine, il computer ti notificherà della presenza di eventuali aggiornamenti, ma non scaricherà ed installerà nessun update.

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.